Mobility Dog

La Mobility Dog è una disciplina non agonisticca relativamente recente che lavora sull'intesa tra cane e proprietario.

Cos'è la Mobility Dog

Tecnicamente consiste in un percorso di 15-18 ostacoli: ogni coppia cane-proprietario ha un minuto di tempo per superare l'ostacolo in presenza di un giudice che valuta non tanto la correttezza o la velocità dell'esecuzione, quanto la capacità del binomio di lavorare insieme, di intendersi, di raggiungere l'obiettivo divertendosi e collaborando. Inoltre, sullo stesso percorso, si muovono anche altre coppie cane-proprietario per cui ogni binomio dovrà dimostrare di poter lavorare coeso anche in presenza di una distrazione importante com'è la presenza di un'altra coppia.
Al termine del percorso la prova può essere "superata" o "non superata": non c'è un vincitore, non c'è competizione (origine, spesso, di rabbia e frustrazione da parte dell'umano) c'è solo la gioia e la soddisfazione di aver portato a termine in due un'"impresa", collaborando, comunicando e sorridendo.

Gli ostacoli sono di diverso tipo (salti, tavolini, piccole rampe, superfici rumorose, alcuni sono in movimento e/o traballano) ma tutti possono essere affrontati da cani di qualunque età, razza, taglia e sesso. L'obiettivo di ogni ostacolo non è mettere in difficoltà il cane ma aiutarlo a superare un piccolo scalino potendosi affidare alle indicazioni e all'incoraggiamento del suo proprietario.

Cosa posso fare per te

Normalmente propongo delle piccole occasioni di cimentarsi nella mobility a tutti coloro che si affidano a me nell'educazione del loro cane. Tuttavia, per chiunque abbia voglia di dedicarsi alla disciplina in maniera sistematica, è possibile organizzare degli allenamenti con l'obiettivo di far conoscere al cane i 18 ostacoli e partecipare ad uno o più raduni non competitivi che annualmente vengono organizzati dallo CSEN-CONI.

Modi e tempi

Il numero degli incontri è soggettivo e va definito sulla base della profondità della relazione e dell'esperienze pregressa del binomio.